Aggiornata la voce “Reati contro la pubblica amministrazione“: una recente sentenza della Cassazione (Cass. Pen., Sez. II, 24 febbraio 2017, n. 9191) analizza le differenze fra il reato di truffa e quello di frode informatica. Tra i caratteri distintivi dell’uno e dell’altro reato, la Corte analizza in primo luogo la condotta del reo che per il reato di frode informatica si caratterizza rispetto alla truffa per la specificazione delle condotte fraudolente, quale ad esempio l’alterazione di un sistema informatico. In secondo luogo dal punto di vista soggettivo la Suprema Corte ha evidenziato che il reato di frode informatica “investe non un determinato soggetto passivo, di cui difetta l’induzione in errore, bensì il sistema informatico attraverso la sua manipolazione”.