Aggiornata voce “Reati ambientali e rischio d’impresa“: in tema di traffico illecito di rifiuti la Suprema Corte (Cass. Pen., Sez. VI, 14 ottobre 2016, n.655) ha chiarito che – ai fini dell’individuazione del profitto del reato – occorre verificare il concreto vantaggio economico “di diretta e immediata derivazione causale dal reato”. La Corte, ha altresì specificato che laddove non sia possibile individuare il profitto la confisca è “inattuabile”.